In autostrada. Tra arte, musica e cucina
di Valeria Arnaldi
Un tour di tre ore in bici nei luoghi verdiani, tra Busseto, dove il compositore visse l’adolescenza, a Sant’Agata, dove aveva la residenza estiva, tra memorie e fotografie, fino a una pausa di gusto a Zibello. Oppure, mezza giornata sulla via Francigena tra Fiorenzuola e Fidenza, seguendo le orme dei pellegrini.



Serve un giorno per esplorare castelli e case infestate alla ricerca dei fantasmi del parmense. Ne occorrono due agli appassionati di fossili per visitare il museo geologico di Castell’Arquato, il corso dello Stirone, museo a cielo aperto, fino ad arrivare al museo paleontologico di Salsomaggiore. Per i golosi, Busseto, Polesine Parmense, Zibello e Soragna per scoprire in un giorno tutti i segreti e il gusto del culatello di Zibello. Articolati e diversi per mete, obiettivi e suggestioni, i percorsi hanno tutti il medesimo punto di partenza, l’area di servizio Arda Ovest.



È un on the road attento, studiato per scoprire meraviglie ed eccellenze italiane quello ideato da Autostrade per l’Italia nell’iniziativa di marketing territoriale “Sei in un Paese meraviglioso. Scoprilo con noi”, volta a sviluppare un turismo di qualità. Non una semplice campagna promozionale ma una vera e propria guida. Le aree di servizio, infatti, ospitano nuovi spazi che raccontano itinerari e proposte di escursione nella zona, indicandone tempi di visita - da poche ore a due giorni - e luoghi da non perdere.



Affissioni, totem e sistemi multimediali completano l’informazione e lungo la rete autostradale cartelloni Touring segnalano le bellezze più vicine. Inoltre, per gli spiriti meno liberi che preferiscono programmare prima tutti i percorsi sono consultabili on line sul sito e sulla pagina facebook di Autostrade per l’Italia. Non rimane che salire in macchina e mettersi in viaggio, lasciando “scegliere” la meta alla strada. Anzi, all’autostrada.
DIVENTA FAN DEL MATTINO
Planisfero
Fotogallery