Sperlonga plastic free fa tendenza: stessa ordinanza anche a Capri
di Barbara Savodini
Sperlonga plastic free fa tendenza: stessa ordinanza anche a Capri
L'ordinanza plastic free, con cui il Comune di Sperlonga ha vietato l'utilizzo di stoviglie usa e getta, cotton fioc e bottiglie, sta facendo tendenza ben oltre i confini locali con molte altre città in tutta Italia che stanno decidendo di replicare il provvedimento.

Dopo l'annuncio della Perla del Tirreno, nei giorni scorsi hanno infatti dichiarato guerra alla plastica anche Rimini, la contrada di Portonovo ad Ancona e Capri, quest'ultima in maniera radicale con il sindaco dell'isola Gianni De Martino che ha firmato un'ordinanza molto simile a quella del collega Armando Cusani.

Entrambe, infatti, entreranno in vigore il 1° maggio e prevedono multe comprese tra i 25 e i 500 euro. A Capri, però, il primo cittadino, oltre a non menzionare le bottiglie di plastica nell'ordinanza (nella Perla del Tirreno saranno vietate anche se nel documento sono citate solo en passant), ha dato alle attività commerciali 90 giorni (a Sperlonga 60) per smaltire le scorte.

Alla luce dell'imminente scadenza come si sta preparando la bella località litoranea?
In effetti, per il momento, sembra essere cambiato poco o nulla: i gelati sono ancora accompagnati da cucchiaini tradizionali, mentre per l'acqua molti stabilimenti stanno utilizzando la spina che, per comodità, avevano già installato negli anni precedenti.
Nelle scuole, invece, sono state distribuite in questi giorni delle borracce griffate “Sperlonga Turismo” che consentiranno ai piccoli studenti di bere senza ricorrere alla plastica. Si stanno indirizzando in questo senso anche molti alberghi e strutture ricettive.

Della sfida ambientalista di Sperlonga, assieme ad altre battaglie che stanno interessanto tutto il litorale fino a Minturno, si parlerà a Mezzogiorno Italia, a partire dalle 13:25 su RaiTre.
DIVENTA FAN DEL MATTINO
Planisfero
Fotogallery