Mazagan, nel Marocco dei resort e della grande storia
di Monica Conforti
Il Mazagan beach resort
Bastano tre ore di volo per varcare la soglia di un mondo in gran parte ancora inedito come il grande Ovest del Marocco. Una regione fatta di spazi infiniti ma anche di antiche città, fortezze, borghi marinari, chilometriche spiagge affacciate sull'Oceano Atlantico. Tutto quello che occorre per servire un menù stuzzicante e, soprattutto completo.



Quello servito da Casablanca è solo l'antipasto, reso obbligatorio dall'aeroporto dove atterrano i voli provenienti dall'Italia. Molti, sbagliando, snobbano la più grande città del Paese, considerandola caotica e poco turistica. Peggio per loro. Vale la pena dedicarle almeno una giornata, per osservare estasiati la grandiosa Moschea Hassan II, la terza più grande del mondo e con un minareto alto 200 metri, oppure per passeggiare tra i viali del Parco della Lega Araba fino a giungere al cospetto della Cattedrale del Sacro Cuore, in stile art déco. Oggi è sconsacrata e sede di mostre ed eventi culturali. Poco distante si trova la Medina, meta dello shopping tradizionale, mentre un tuffo nel lusso e nella modernità viene regalato dal Morocco Mall (www.moroccomall.net), il più grande centro commerciale d'Africa con i suoi oltre 600 negozi. Ma qui è meglio ripassare alla fine del viaggio prima di reimbarcarsi verso casa.



Bastano 90 chilometri per raggiungere l'area balneare di Mazagan il recente polo del divertimento marocchino. Nuovo cuore pulsante della zona è il Mazagan Beach & Golf Resort, che nella sua pur breve vita ha già saputo proporsi come punto di riferimento per gli amanti dello starbene, della mondanità e dello sport. E' una sorta di cittadella turistica, a cinque stelle. Collocato fra distese di eucalipti e affacciato sui 7 chilometri di spiaggia di El Haouzia propone agli sportivi campo da golf a18 buche, equitazione sul bagnasciuga, tennis e beach soccer. Tra i punti di forza del resort spicca la grandiosa Mazagan Spa dove sottoporsi a trattamenti che combinano le tradizioni del Marocco con le tecniche occidentali. Sono però quasi tutti a chilometri zero i prodotti utilizzati, dall'olio di argan al burro di karité all'olio di fico d'India. Eventi culturali, concerti, grandi manifestazioni sportive, Casinò aperto 24 ore al giorno consentono di definire il Mazagan una destinazione turistica autonoma, tra l'altro molto amata anche dalla Famiglia reale.



Sarebbe un peccato, però, fermarsi tra i fasti del resort delle meraviglie. Percorrendo solo 7 chilometri di lungomare si raggiunge El Jadida, un tempo chiamata proprio Mazagan. La città fortificata fondata dai Portoghesi nel XVI secolo è stata nominata nel 2004 dall’Unesco Patrimonio dell'Umanità. La città è ancora cinta da quattro dei cinque bastioni eretti dai Portoghesi che si apprezzano anche percorrendo l'anello della ronda. Camminando tra gli antichi vicoli racchiusi fra le mura e ricchi di negozi e botteghe artigianali, si giunge fino all'ancora oggi animatissimo porto base di centinaia di pescherecci. D’obbligo a El Jadida la visita all’armeria portoghese del 1514, trasformata in una cisterna d’acqua nel 1941. E' una sala goticheggiante di 1100 metri quadrati con le ampie volte sorrette da cinque fila di colonne e con al centro il pozzo di luce. La suggestione del luogo sedusse anche il regista Orson Wells che vi girò alcune scene del suo indimenticabile Otello. All'esterno della cinta muraria vale la pena far visita a un piccolo mercato dove riscoprire gli autentici profumi delle spezie e delle erbe in un’atmosfera senza concessioni turistiche.



Ancora una quindicina di chilometri di strada e si arriva ad Azemmour, posta sulle sponde del fiume Oum Er-Rbia. E' uno degli abitati più antichi del Marocco e se ne può cogliere l'austera bellezza camminando fra i vicoli del centro storico: forni per la cottura del pane si alternano ai grandi murales realizzati da giovani artisti locali che hanno fatto di Azemmour un quadro a cielo aperto. Ma c'è spazio anche per l'adrenalina: per gli appassionati di surf, infatti, Azemmour è una destinazione obbligata grazie alle onde che si formano di fronte alla spiaggia della cittadina.



Info: http://www.visitmorocco.com



I NOSTRI CONSIGLI



Mazagan Beach & Golf Resort (www.mazaganbeachresort.com). Da 160 euro a notte in doppia. Il complesso dispone di 486 camere (44 mq) 20 suite e 67 ville di lusso. Si cena a scelta tra otto ristoranti con altrettante proposte gastronomiche. Molto apprezzati dai genitori i servizi per i bambini: Baby club fino a 4 anni, Kids club da 4 a 11 anni e Rush club con intrattenimenti su misura per i ragazzi da 11 a 17 anni.



Collegamenti aerei low cost per Casablanca da Bergamo-Orio al Serio, Bologna e Venezia con Air Arabia (www.airarabia.com/it). Tariffe da 70 euro per tratta.
DIVENTA FAN DEL MATTINO
Mazagan, nel Marocco dei resort e della grande storia
Planisfero
Fotogallery