Weekend "stellato" a Bordeaux: la cucina Made in taly è protagonista
di Sabrina Quartieri
Weekend
Un’insolita faraona ripensata come una grande torta Montblanc, dove accanto alle castagne non mancano le frattaglie. Sarà questo il piatto “stellato” che renderà omaggio alla Francia e, insieme ad altre specialità nostrane, rappresenterà l’Italia al festival “Bordeaux S.O Good”. Perché è lei, stavolta, l'ospite d’onore prescelto e, quindi, la coprotagonista della grande kermesse che si terrà nella capitale mondiale del vino dal 16 al 18 novembre prossimi. A volere il Belpaese presente alla tre giorni è stato Pierre Gagnaire, padrino della manifestazione e chef tre stelle Michelin a capo delle cucine de La Grande Maison de Bernard Magrez di Bordeaux.
 
 

Per la V edizione della festa della gastronomia e dell’arte di vivere, quindi, gli eterni rivali in cucina e non solo, uniranno le forze per deliziare con le rispettive leccornie, i palati dei visitatori, ben 51mila lo scorso anno. Alla chiamata degli organizzatori d’Oltralpe, hanno risposto diversi produttori e tre grandi nomi della ristorazione, da Stefano Baiocco del “Villa Feltrinelli” sul Lago di Garda, a Antonio Guida, executive del “Mandarin Oriental” di Milano, fino a Anthony Genovese, che ha aperto a Roma “Il Pagliaccio”. Tre maestri, tutti due volte stellati che, per tre giorni, saranno i grandi ambasciatori dei sapori nostrani per una vera e autentica festa del gusto.
 
La celebrazione del Belpaese, di Roma e della Dolce Vita comincerà già dalla serata di apertura: venerdì 16 novembre infatti, al Palais de la Bourse, verrà ricreata una piazza per un inno all’arte di vivere all’italiana e alla sua gastronomia. Ancora: un villaggio di produttori dello Stivale occuperà il cuore di Bordeaux all’interno di una Grande Halle Gourmande dove salumi, formaggi e olio d’oliva proveranno a conquistare i palati dei francesi, più avvezzi a tartufo, ostriche e foie gras.
 
Prodotti che comunque non mancheranno nello spazio adibito a mercato d’eccellenza con oltre cento stand presenti per tutto il lungo weekend. Durante il festival, la capitale del buon bere e del gusto sarà anche il palcoscenico di show cooking, concorsi culinari, classroom guidate da chef, rally gourmand tra animazione e sfide nei negozi del centro, installazioni artistiche a tema e una parata allegra in maschera lungo la Garonna. E anche quest’anno tornerà la “Notte dei banchetti”, con i suoi lunghi tavoli e l’occasione di provare l’esperienza di mangiare (quasi) al buio.
 
E considerando che siamo nella regione del Médoc e del Saint-Émilion, vini che vanno degustati assieme a un piatto raffinato e gustoso, è bene non dimenticare, durante la kermesse, di fare un salto nei ristoranti che hanno firmato il menu “Bordeaux S.O Good”. Perché sedendosi a tavola, si potranno assaggiare – in una volta sola – le specialità francesi e italiane, mettendo da parte, almeno per un po’, l’eterna competizione a colpi di sapori tra le due cucine.
 
Creato e organizzato dalla Camera di Commercio e dell’Industria Bordeaux Gironde, il Festival si ripete dal 2014 nella località Patrimonio Unesco, nominata da Lonely Planet nel 2017 la “città più di tendenza”. La sua breve distanza da Roma - un’ora e trenta minuti di volo (con Air France per tre volte alla settimana) -  ha fatto sì che nel 2017, fossero sette i milioni di italiani che hanno sorvolato le Alpi per un city break nella capitale del vino. Un dato in crescita, già nei primi cinque mesi del 2018, con un + 36% rispetto allo stesso periodo nello scorso anno.
 
Ideale per una fuga di tre giorni, tra monumenti storici, mercati, ristoranti stellati, itinerari del gusto nei vigneti e nei castelli e un'immancabile visita alla “Cité du Vin”, perché allora non fare una scappata proprio in occasione del festival? In questo modo si faranno contenti gli occhi, ma anche il palato, ingolosito all'idea delle tante delizie culinarie da assaggiare. E di bottiglie d’eccellenza da abbinare. In città, degustarle sarà possibile fino a pochi minuti prima della ripartenza: chi vola a casa con Air France, infatti, potrà bere un buon bicchiere di Bordeaux anche nella lounge in aeroporto. Per informazioni: https://www.bordeauxsogood.fr.
 
DIVENTA FAN DEL MATTINO
Bordeaux S.O Good, la cucina stellata Made in taly è protagonista
Planisfero
Fotogallery