Tutti a Pennabilli, capitale degli artisti di strada
di Marina Moioli
«Un posto dove trovi te stesso»: cosě Tonino Guerra, poeta e sceneggiatore di tanti film famosi, definiva Pennabilli, l’antico borgo medievale del Montefeltro (in provincia di Rimini tra l’Emilia-Romagna, le Marche e la Toscana), che aveva eletto a sua patria elettiva. A lui si deve anche l’ideazione di «Artisti in Piazza», il Festival Internazionale che anche quest’anno colorerĂ  i vicoli e le piazze di Pennabilli dal 6 al 9 giugno con tutte le possibili espressioni dell’arte di strada: musica, teatro, giocoleria, arti circensi, magia, danza, clownerie, nuovo circo.



Per la sua XVII edizione, il Festival ha giocato con l’immagine della Gioconda di Leonardo (che secondo gli studiosi avrebbe usato come sfondo del dipinto proprio il paesaggio del Montefeltro e dell’alta Valmarecchia) truccata con un naso da clown. L’invito è di partecipare a questa grande festa popolare per ammirare le circa 400 performance allestite da cinquanta compagnie internazionali e oltre duecento artisti. Come le acrobazie aeree e le giocolerie musicali del duo «Nando e Maila» che presenta il concerto-spettacolo intitolato «Sconcerto d’Amore», lo show di burattini «Case clown» della compagnia greca «Merlin Puppet Theatre» o l’esibizione genere music, theatre and circus dei «The Chipolatas», una famiglia di artisti provenienti dalla Gran Bretagna che crea atmosfere magiche e inaspettate, con lo spettacolo «Gentlemen of the Road». All’evento parteciperanno anche sedici gruppi musicali, di tutti i generi e per tutti i gusti: dal Rock Folk del gruppo olandese «Amarins e le Gatte Negre», al gruppo di musica etnica «Watinoma» con percussioni e melodie dal Burkina Fasu.



Nei giorni del festival verranno anche riproposti «I Racconti della Lumaca», una guida-spettacolo itinerante, prodotta dall’Associazione Culturale Ultimo Punto e dalla Compagnia spagnola «Trukitrek», nei cinque «luoghi dell’anima» del museo diffuso nel centro storico di Pennabilli, che offre racconti e frammenti della vita del paese unendo cultura, turismo e teatro. E non mancheranno neppure altri eventi collaterali, come il Mercatino del solito e dell’insolito, con artigianato artistico di alta qualitĂ .



DOVE&COME

Orari: Giovedì dalle ore 20 alle 3 di notte; Venerdì, Sabato e Domenica dalle ore 15 alle 3.30



Biglietti: Giovedì 8 euro; Venerdì, Sabato e Domenica 10 euro. Sono previsti anche abbonamenti per 2, 3 e 4 giorni, riduzioni e sconti comitive. Ingresso gratuito per under 14.



Informazioni: www.artistiinpiazza.com



I NOSTRI CONSIGLI

Hotel Il Lago Verde, Via Soanne - loc. Lago d’Andreuccio, Pennabilli (RN); tel. 0541.915012; www.albergolagoverde.it; pensione completa da 48 a 60 euro.

Piacevole hotel con 15 camere, parco giochi e piscina. Nelle vicinanze del Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello.



Agriturismo La Concia, Via Ca’ Berbece 13, Pennabilli (RN); cellulare 3388267213, tel. e fax 0541.910017; www.agriturismolaconcia.it; pernottamento e prima colazione da 30 a 45 euro. Accoglienza familiare in un’oasi immersa nel verde aperta tutto l’anno e dotata anche di una bella piscina.



B&B Il Mulino che fu Filanda, Via Marecchiese 16, Pennabilli (RN); tel. 0541.915086; www.ilmulinochefulafilanda.com; B&B da 30 euro. Aperto da Maggio a Settembre, offre ospitalitĂ  per un massimo di 8 posti letto in un ambiente rustico e familiare





Ristorante Il Piastrino, Via Parco Begni 9, Pennabilli (RN); tel. 0541.928106 ; www.piastrino.it ; menu degustazione 45 euro. In un’antica casa contadina immersa nel verde del Parco Begni si gustano le fantasiose creazioni dello chef Riccardo Agostini.



Osteria Al Bel Fico, Piazza Vittorio Emanuele II, Pennabilli (Rn), tel. 0541.928810; www.ristorantebelfico.it. I piatti classici della tradizione in una piccola e tipica osteria con eccellente rapporto qualitĂ /prezzo.
DIVENTA FAN DEL MATTINO
Tutti a Pennabilli, capitale degli artisti di strada
Planisfero
Fotogallery