Tre giorni di sci in Alto Adige... Per tornarci d'estate!
Di solito in rubriche come questa si leggono diari di viaggi esotici e in Paesi lontani: cosa più che giusta, ma io questa volta vorrei infrangere questa presunta regola e raccontandovi la mia esperienza in un luogo molto più vicino.



A ben vedere, più che un diario si tratta di appunti. Appunti scritti dopo qualche giorno di sci e di sole tra la Val Gardena e la Val Badia, in Alto Adige.

La cosa che più mi ha colpito è stato l'alto livello dei servizi.



Certo, la Val Gardena, seppur bellissima, mi pare che debba stare attenta a non superare il limite della sostenibilità, sia come affluenza sia come impatto dell'edilizia, peraltro molto accurata. per quanto riguarda i servizi, lo skibus è davvero efficiente e permette ai turisti di dimenticare l'auto, il che in inverno non è consueto. Gli impianti di risalita sono davvero moderni. Non abbiamo praticamente mai fatto code, e nemmeno nelle altre valli che abbiamo toccato. Le piste erano preparate molto bene e per sciatori non espertissimi come noi la cosa aveva la sua importanza!



Ultimo aspetto, che caratterizza, mi dicono, tutto il comprensorio del Dolomiti superski è l'interconnessione degli impianti, che permette di sciare per intere giornate senza passare dalla stessa pista. Questa è una cosa che il nostro gruppetto di viaggio non aveva ben presente e infatti il primo giorno abbiamo acquistato lo skipass solo per Gardena e Siusi e abbiamo rischiato guai quando stavamo per valicare il passo Gardena e scendere in Val Badia dove lo skipass non sarebbe stato valido.

Il giorno successivo, invece, abbiamo preso lo skipass Dolomiti Superski e abbiamo potuto fare il famoso Sellaronda.

Qualcuno si chiederà come mai abbiamo comprato lo skipass giorno per giorno anzichè cercare qualche formula cumulativa piu' conveniente. In realtà non eravamo sicuri di sciare sempre, anche se solo per tre giorni, pensavamo di dedicare un eventuale giornata di brutto tempo a una gita a Bolzano (eravamo ad Ortisei) o alle terme di Merano.

A proposito di queste ultime, compagni di albergo ci hanno detto che le frequentano da tempo e che sono stupende. Metteremo sicuramente in programma di andarci la prossima volta. A proposito: nel nostro gruppetto di amici c'è già chi ha proposto di programmare qualche giorno in questa regione anche in estate.

L'idea è allettante, anche se si dovrà fare i conti con la crisi che non lascia davvero tranquilli. Per il periodo estivo ci hanno detto che potrebbe essere una buona idea puntare su qualche vallata meno frequentata, dove i prezzi sono più bassi. Ci informeremo!
DIVENTA FAN DEL MATTINO
Planisfero
Fotogallery